Per verificare se la tua terra va bene per fare intonaco devi:
– Scegliere una zona dove vuoi scavare (ad es. Per fare poi un laghetto)
– Togliere lo strato superficiale dove c’è erba, radici, foglie ecc.
– Trovare la terra più compatta e inerte.
– Scavare e prenderne un secchio, impastarla con acqua e:
Poi prendi un po’ di terra, impastala con acqua in un secchio fino ad avere un impasto denso come, come… nutella.
Scegli un muro simile per fattezza al muro che dovrai intonacare e fai diverse prove prima in orizzontale spalmando l’impasto (senza mangiarlo!) su quadrati 20cm x 20cm di muro inumidito precedentemente e scrivendo sotto le diverse dosi con un gesso, facendo anche una foto perché tu possa essere sicuro delle proporzioni effettuate, come nella foto:
1) Solo terra;
2) 1 parte di terra + 0,5 di sabbia
3) 1 parte di terra + 1 di sabbia
4) 1 parte di terra + 1,5 di sabbia
5) 1 parte di terra + 2 di sabbia
6) 1 parte di terra + 2,5 di sabbia

La sabbia deve essere “sabbia da intonaco 0-6” (quella che serve per fare la malta grezza).
Poi una seconda fila di quadrati nel cui impasto aggiungi 0,5 dose di paglia sminuzzata.
Poi una terza fila di quadrati nel cui impasto aggiungi 1 dose di paglia sminuzzata, ecc.

Lascia asciugare e vedi come si comportano.
Se crepa vuol dire che c’è troppa argilla nell’impasto;
Se si sfarina e si sgretola vuol dire che c’è troppa sabbia.
La piastrella vincente determinerà le dosi dell’impasto che potremo utilizzare. In base alle dosi della piastrella, sarà da calcolare la quantità di materiale (sabbia, terra e paglia) che bisogna preparare per intonacare. 

Mandami delle foto del lavoro fatto!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © Dandelion by Pexeto