Food Forest Boa febbraio 2024

Home / Food Forest Boa febbraio 2024

Scopri il Mondo delle Foreste di Cibo con Stefano Soldati

17-18 febbraio a Pramaggiore (VE)


Il corso è aperto a tutti: a permacultori incalliti, a chi non ha alcuna esperienza e
a chi ha un terreno che vuole trasformare in un giardino commestibile o in una foresta di cibo

azzeruolo

È possibile autoprodursi cibo di qualità in modo sostenibile? Quanta superficie ho bisogno? Meglio comprare le piantine o riprodursele? Varietà moderne o varietà antiche? Con quale criterio scegliere le specie?

Cos’è una Food Forest?
Un sistema agricolo composto da  alberi, arbusti, cespugli, rampicanti, piante erbacee perenni da foglia e da radice, che producano frutti, foglie, fiori, radici, legna utilizzabili in cucina, in erboristeria o come alimento per i nostri animali. Riproducendo quanto fa la Natura, realizziamo boschi (o giardini) che diventeranno al più presto autosufficienti, assai produttivi ed estremamente belli.

melograno

I nostri nonni non avevano bisogno di integratori vitaminici o medicinali come noi oggigiorno. Perché non recuperare la saggezza di questa gente che per millenni andava nei campi e nei boschi a procurarsi ciò di cui aveva bisogno per il proprio sostentamento? Anche in una piccola superficie possiamo piantare frutti dimenticati, frutti antichi, ortaggi perenni, renderle molto produttive con il minimo sforzo e far sì che tutti possano accedervi e godere dei frutti della terra.

fico

Noi occidentali veniamo da una fase storica dove l’estetica era tutto. Forse è ora di smetterla di pensare a spendere risorse ed energia solo per questa e possiamo tornare a pensare anche alla produzione di cibo.

Chi sono
Mi chiamo Stefano, sono nato in centro città a Milano, ho studiato agraria e appena mi offrirono un lavoro in una azienda agricola in Veneto, mi trasferii in campagna e da quarant’anni vivo immerso nella natura. A quel tempo l’agricoltura biologia non era conosciuta da nessuno e ovviamente in ambito accademico neppure se ne accennava. Nel 1996 incontrai due sorelle che avevano preso in gestione l’azienda agricola di famiglia e loro cominciarono a parlarmi di come il suolo fosse organismo vivente. La scintilla si accese, cambiai lavoro iniziando a fare consulenze e intrapresi lo studio di diverse tecniche agricole alternative approfondendo, viaggiando e mettendo in pratica. Nel 2000 frequentai nell’Ecovillaggio di Torri Superiore (IM) il primo corso di Permacultura (PDC) tenutosi in Italia e sentii parlare per la prima volta di Food Forest. Affascinato dall’argomento, l’ho approfondito e sviluppato dei corsi specifici per poter diffondere la cultura delle Foreste di Cibo. Sono stato il primo a proporre in Italia corsi teorico-pratici durante i quali abbiamo progettato e realizzato tante Food Forest.
Tenere molti corsi fuori sede e le dispettose attitudini del fiume adiacente alla mia Food Forest che negli ultimi 10 anni ha iniziato ad esondare con regolarità coprendo il terreno con un metro di acqua e sommergendo tutte le piante , comporta il fatto che negli ultimi anni io abbia assai trascurato le coltivazioni. Questo sarà un ottimo pretesto, dal punto di vista didattico, per pensare a una progettazione in condizioni estreme.

Cosa faremo nel corso:
Partendo dall’osservazione del bosco, cercheremo di capire quali siano le dinamiche e gli elementi caratterizzanti i sistemi naturali per replicarli in un progetto. Faremo tanto esercizio di progettazione alternando parti teoriche e osservazione del posto. Pianteremo piante.

Cosa Imparerai:
Come autoprodurre cibo di qualità in modo sostenibile
La trasformazione del tuo terreno in un giardino commestibile o in una foresta di cibo
Scelte sagge sulle piante: acquistare o autoprodurre? Moderne o antiche?
La riproduzione delle piante
Creare una Food Forest: un sistema agricolo completo e autosufficiente

Perché Dovresti Partecipare:
Scopri i segreti delle Food Forest e come possono trasformare il tuo spazio
Recupera la saggezza dei nostri nonni nella produzione di cibo
Unisciti a Stefano, esperto permacultore con 40 Food Forest realizzate

Faremo buche, trapianteremo piante, impareremo a fare la pacciamatura, ogni partecipante dovrà portarsi:

  • guanti, vestiti caldi e scarpe da campagna/stivali, attrezzarsi nel caso in cui piova;
  • chi ha una vanga la porti; chi ne ha più di una, le porti per chi non ne ha;
  • se avete dei cartoni o dei vecchi giornali di carta non patinata, portateli, vedremo come riciclarli;
  • entusiasmo (obbligatorio).

SCAMBIO PIANTE, TALEE E SEMI 

Chi vuole può portare semi, talee, piantine, pasta madre, madre dell’aceto, kefir, altro? da scambiare e condividere lo faremo domenica alla fine del corso; basta portare quello che hai a casa, non andare a comprare nulla!

Io metto a disposizione talee di: salice da intreccio, salice piangente, pioppo nero, pioppo bianco che non produce pappi (pelucchi), fico bianco e fico nero, more senza spine, e forse altro…!


QUANDO:  17-18 febbraio    ORARIO:   sabato : 10.30-18.00   domenica: 09.30-17.00

DOVE: presso la casa di Paglia al Centro di Permacultura La Boa di Pramaggiore (VE)  mappa

COSTO:   120€    La quota comprende docenze, materiale didattico, merende e pasti del mezzogiorno.

ISCRIZIONE: 
1) compilare la scheda;
2) il versamento della quota di partecipazione potrà essere effettuato la prima mattina del seminario.

MANGIARE: pranzi del mezzogiorno e merende sono compresi nel prezzo; ci saranno pietanze vegetariane e non; vegane su richiesta mandando almeno una settimana prima del seminario una mail a casadipaglia@hotmail.com
Saranno benvenuti cibi e bevande da condividere con gli altri. Non è obbligatorio, ma è piacevole.

DORMIRE: ci sono diversi B&B nella zona

B&B Villa Miri (convenzionato) – via delle Abbazie, 26 Summaga (VE) – tel. 328 1888676 mirellabergamo1@gmail.com 

Agriturismo Ca’ Tiepolo – Via Ca’ Tiepolo, 9 – Summaga – tel. 339 8685575 – Nicola (fategli il mio nome e ditegli che venite per un corso case in paglia)

B&B Cà da mi  (convenzionato) – Via Friuli 31, Cinto Caomaggiore (VE) – tel. 348 2856443

B&B Casamia  – Via Triestina, 1, San Stino di Livenza (VE) – tel. 338 4944571

Hotel Al Belvedere  – Via Belvedere, 10, Pramaggiore (VE) – tel. 0421 799021

__________________________________

DOCENTE

Stefano Soldati : dal 1982 si occupa di cerealicoltura e dal 1986 di agricolture alternative. Dal 1994 gira per il mondo insegnando agricoltura biologica, management aziendale, Permacultura e dal 2003 si occupa di costruzioni con balle di paglia. É uno dei primi quattro italiani diplomati in Permacultura. È stato il primo Presidente della Accademia Italiana di Permacultura. È stato libero docente presso la Scuola di Pratiche Sostenibili di Milano, presso l’Ecovillaggio GAIA a Navarro (Argentina), il CAT in Galles (UK). Nel 2011 è stato nominato dall’Ente Governativo Argentino INTI quale “Giudice Esperto Internazionale” insieme a David Holmgren nel concorso di idee progetto per la costruzione della nuova sede dell’Ente a Buenos Aires.
Ha coltivato il suo orto per 35 anni e dal 2011 ha realizzato con corsi 40 food forest.
Unisciti a noi per un viaggio nell’universo delle Food Forest. Trasforma il tuo rapporto con il cibo e la natura!

______________________________

info:   casadipaglia@hotmail.com    tel. 335 5634287 Stefano